Menu Filter

San Brizio station A bluish station in northern Italy

San Brizio station

San Brizio, Mantova, Italy

  • CONSTRUCTION YEAR: 1927


  • SPACE TYPE: Station/rail

  • PRESERVATION STATUS: Abandoned

Tags: infrastructures, Italy, station, Totally Lost 2015

This station is located on the former railway line Mantova – Peschiera.

The line was completed in 1927 but became operational only in 1932, due to a request for payment of a fee by the State Railways for the use of a stretch in common with the state line Mantova – Verona . The official inauguration took place on May 13th, 1934.


L’ex Stazione di San Brizio si trova in provincia di Mantova ed è posta sulla ex linea ferroviaria Mantova- Peschiera.

Il primo progetto per la realizzazione della linea risale al 1878 ma solo nel 1911 alcuni imprenditori francesi trovarono un accordo con l’Amministrazione Provinciale mantovana per la costruzione della linea.

Nel 1913 venne quindi costituita la “Società Anonima Ferrovia Mantova-Peschiera” con capitali italiani e francesi, che ottenne la concessione ministeriale per la costruzione della linea. I lavori iniziarono l’anno successivo ma vennero interrotti a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, che costrinse gli ingegneri francesi al rientro nel loro paese per andare al fronte. Dopo il conflitto venne costituito il “Consorzio interprovinciale per la Ferrovia Mantova-Peschiera” che modificò il progetto originale eliminando i ponti sul fiume Mincio.

La linea venne terminata nel 1927 ma, a causa della richiesta di pagamento di un canone da parte delle Ferrovie dello Stato, entrò in esercizio solo nel 1932. In particolare, il pagamento riguardava l’utilizzo del tratto Mantova- Sant’Antonio Mantovano in comune con la linea statale Mantova- Verona. L’inaugurazione ufficiale avvenne il 13 maggio 1934.

Guarda anche la mappatura della Stazione di Monzambano

Linthout_Stazione-San-Brizio_Italia_06

Ph. Lorenzo Linthout

Linthout_Stazione-San-Brizio_Italia_08

Scopri di più sul sito www.linthout.it/sanbrizio

FacebookTwitterGoogle+PinterestTumblrShare
CONTRIBUTOR: Lorenzo Linthout